RIVISTA DI MECCANICA OGGI - Il dialogo crea valore
       
 



Coadiuvate dall’Università di Brescia, Siemens e Buffoli Transfer hanno unito conoscenze e know-how per sviluppare un progetto prestigioso che i visitatori della scorsa edizione della Bi-Mu hanno potuto apprezzare allo stand Siemens. Una macchina prototipale, sviluppata da Buffoli, è stata equipaggiata di drives Sinamics e CNC digitale in Profinet, un sistema non proprietario, a connettività, aperta che offre facilità di diagnosi e di monitoraggio, ridotti costi di manutenzione, velocità e flessibilità. La macchina esposta era la prima macchina utensile al mondo sviluppata con tale tecnologia di CNC digitale d'avanguardia. Dal punto di vista meccanico, era dotata di un modulo di lavoro a 3 assi con cambio utensile e di un piattello rotante in continuo (quarto asse) per il serraggio del pezzo in lavorazione.
 
Buffoli già da anni sviluppa un controllo numerico proprietario, specificamente indicato per il controllo di processi paralleli e per soddisfare la richiesta di macchine multimandrino ad alte prestazioni. “La maggior parte delle nostre macchine è dotata del CNC a multiprocessore Buffoli, progettato per l’impiego su macchine flessibili con un numero elevato di assi controllati (anche varie decine fino al limite di 128 assi controllati). Nel progetto con Siemens si è trattato di utilizzare drives Sinamics della Casa tedesca unitamente al CNC digitale Buffoli, utilizzando un protocollo estremamente flessibile, Profinet, per un dialogo completo con quanto sviluppato al nostro interno”. .


241 Kb