RMO - Trans-N-Center
       
 

Fra le principali esigenze espresse in questi ultimi anni dagli utilizzatori di macchine transfer va sottolineata la necessità di ampliare la gamma di pezzi lavorabili con il medesimo mezzo produttivo, di poter lavorare lotti di dimensioni inferiori per mezzo di produzioni giornaliere specifiche, secondo gli ordinativi ricevuti e senza stoccare i semilavorati in magazzini intermedi, e di poter lavorare in un singolo serraggio anche pezzi complessi, allo scopo di ridurre i costi di assemblaggio e migliorare la qualità. Il mercato impone che la flessibilità debba essere coniugata con livelli di produttività atti a mantenere una redditività per pezzo prodotto adeguata. Spesso, invece, le macchine di vasta applicazione dimostrano rendimenti insoddisfacenti. Il prezzo pagato alla loro pseudo-universalità è un notevole allungamento dei tempi ciclo, nonché una notevole difficoltà di gestione e di programmazione dei software, handicap che finiscono per ricadere sul costo dei prodotti finiti.
La Trans-N-Center Buffoli affianca a unità operatrici che operano come torni a CN alcuni piccoli centri di foratura, filettatura e fresatura a più utensili che operano interpolando 3-4 assi. In questo modo, il tempo ciclo risulta fissato dall'operazione più lunga, permettendo la produttività di una macchina transfer, ma cresce notevolmente la flessibilità.

       

1162 Kb